Rumpassion
Il Social Cittadino

L’intervista a Federico Palmaroli, ideatore di ‘Le più belle Frasi di Osho’

di Vincenzo Iuliano

1467493_10152718055808638_9010685150469567672_nImpiegato, 42 anni, romano. Si chiama Federico Palmaroli il ‘padre’ di Osho, o forse sarebbe più appropriato definirlo il suo alterego. Ha letteralmente sbancato su facebook con quella pagina ‘Le più belle frasi di Osho’ da 354.000 like. Dal web alla carta stampata e il suo libro ‘Ma fa ‘n pò come cazzo te pare’ è approdato nelle edicole, librerie e su Amazon, rivelandosi il primo passo del suo ‘sogno nel cassetto’. Tra queste nostre colonne telematiche, pubblichiamo l’intervista che ci ha rilasciato, regalandoci l’ultima immagine – in copertina – che meglio di qualunque spiegazione racconta del suo rapporto con il celebre personaggio.

Osho lo conosciamo, parliamo di te, chi sei e di cosa ti occupi quando ti scindi dall’alterego Osho?

‘In realtà non mi scindo mai completamente da Osho, se per Osho intendiamo questa parodia che tanto ha divertito. L’ironia mi accompagna anche nelle occupazioni più pesanti di tutti i giorni’.

Quanto Osho è il tuo alterego? In percentuale, in qual misura influenza la tua vita di tutti i giorni?

‘Direi che la pagina è esattamente la proiezione virtuale del mio approccio alla vita’

Iniziamo dall’affermazione di Osho ‘Sii uno scherzo per te stesso, e sarai una benedizione per tutti quanti”; in cosa Federico si è rivelato una benedizione per il popolo social e cosa significa essere uno scherzo per te?

‘Mah, benedizione mi sembra eccessivo. Diciamo che sono il passatempo più sano ed economico, come la settimana enigmistica. Essere uno scherzo vuol dire far ridere soprattutto quando ci si prende per il culo da soli. E dovrebbe essere una dote naturale’.

Sei un iconoclasta, sicuramente uno dei più seguiti sui social e probabilmente non immaginavi all’inizio di raggiungere tanti followers. Qual è stato il motivo per cui hai iniziato?

‘Volevo per una volta rendere pubbliche le mie “opere”. Volevo raggiungere un pubblico più vasto del mio profilo personale. Per farlo aspettavo un’idea davvero vincente. E’ andata bene, ma non me l’aspettavo in questa misura’.

Gestisci da solo la pagina?

‘Sì sì, tutto da solo. Na faticaccia’

Tra i tuoi followers, vuoi citare qualche nome conosciuto?

‘Quelli con cui ho contatti sono Neri Marcorè, Vinicio Marchioni, Francesco Montanari, Andrea Delogu, Mara Maionchi, Claudio Santamaria, Valerio Mastandrea, Victoria Cabello…e poi tanti altri che vedo transitare ogni tanto tra i “mi piace” ai vari post’

Sei stato mai avvicinato da nomi celebri per eventuali collaborazioni anche coinvolgendo il ‘tuo Osho’ o preferisci ‘lavorare’ in solitaria?

‘No no, quello mai. In tanti apprezzano ma nessuno osa cimentarsi in questa cosa. Se non ogni tanto i fan della pagina’

Negli ultimi giorni in cui la Capitale è animata da un’accesa ‘querelle politica’ e abbiamo visto Osho commentare con tweet e post. L’ultimo a Giachetti che parlava del rientro di Girone, poi è stata la volta di Gasparri che proponeva sanzioni amministrative con il lavaggio degli autobus, prima ancora hai twittato a Fassina. Chi tra tanti t’ispira di più?

‘Beh, Marino era una musa niente male. Ma anche Gasparri e Salvini danno belle soddisfazioni. La più simpatica comunque è la Meloni’

Osho va oltre, Osho vede quello che gli altri non vedono. Lui conosce anche quello che non si palesa. Può prevedere il futuro?

‘Quello è il mago Otelma…’

Cosa accadrà il 5 giugno a Roma?

‘Che accadrà alle elezioni? Sicuramente avremo un sindaco, ma continueremo a lamentarci per tutta la vita di come si vive male a Roma, al di là di chi sarà il sindaco’

Se Osho e Federico arrivassero Campidoglio, cosa farebbero?

‘Se ruberemmo tutto il rubabile’

Parliamo del libro. I social corrono, tu li adori e sono stati il veicolo che ti ha portato sui pc e smartphone di tutti. Perché tornare alla carta stampata approdando nelle edicole?

‘Perché l’operazione che ho voluto attuare con il libro era possibile solo attraverso la carta stampata…oppure su un palcoscenico. E alla fine è lì che vojoarivà’

Che rapporto hai con i media? Parlaci delle più belle interviste che hai rilasciato e a chi

‘Oddio ne ho fatte tante…anche per testate importanti … farei torto a qualcuno citando questa piuttosto che quell’altra’

Come Federico e Osho hanno conosciuto il nostro portale www. ilsocialcittadino.it?

‘Avete condiviso una marea di post!’

Commenta con Facebook

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *